lunedì 10 aprile 2006

Organizzazione Giapponese

Oggi sono andato con mia moglie alla questura di Osaka, perche` doveva rinnovare la patente. E` stato il classico esempio di organizzazione giapponese. Ad ogni sportello dove si va, finita la pratica, l'impiegato indica direttamente il numero dello sportello a cui ci si deve recare successivamente, non come in italia che uno rimane con i documenti in mano, senza sapere che fare. Comunque, dopo aver pagato e compilato un modulo, c'e` stata la visita oculistica, poi essendo l`ora della pausa per il pranzo, abbiamo dovuto aspettare dalle 12 alle 13 prima che riprendessero a lavorare. Ma con mia grande sorpresa, alle 12.55 un'impiegata e` uscita ed ha iniziato a chiamare la gente che si e` messa in fila per fare la foto per la nuova patente. In 5 minuti avevano gia` fatto la foto a tutti. Poi, le persone sono state divise in base al tipo di patente, nel senso che, se negli ultimi 5 anni non si sono fatti incidenti e non si sono prese multe si ha la patente di tipo GOLD, in questo caso per rinnovarla si deve seguire un corso di circa 30 minuti. Alla fine dei 30 minuti mia moglie e` uscita gia` con la nuova patente.

1 commento:

Lunamiele ha detto...

Se penso a ciò che si deve penare in Italia per ottenere anche il più infimo certificato...sarà una questione genetica? Sarà che in Giappone c'è un tale sovraffollamente che la minima maleducazione, il minimo disguido, causerebbe una guerra nucleare?
Mah, in ogni caso li apprezzo sempre di più!