giovedì 15 aprile 2010

Gyoza - ricetta

Gyoza
Gyoza sono dei ravioli cinesi, molto apprezzati dai giapponesi. Quando andiamo in Giappone li mangiamo spesso e molto volentieri. Per questo abbiamo voluto provare a cucinarli anche a casa, scoprendo che pur non essendo facile non è impossibile prepararli anche in Italia. Sicuramente è necessario dedicarci un po' di tempo, bisogna preparare la pasta ed anche il ripieno, anzi se si è in due è meglio, così mentre una persona dà la forma alla pasta, l'altra persona può mettere il ripieno e chiudere i gyoza. Ma non mancano i lati positivi, perchè come tutto ciò che si prepara a casa si è sicuri degli ingredienti che si usano e questo è indice di qualità del cibo che si mangia, la stessa cosa non si può dire quando si va al ristorante.
La ricetta s'intende per 2 persone, circa 30 gyoza.

Preparazione della pasta:
    Ingredienti:
  • farina tipo 00 200cc (un bicchiere)
  • farina tipo 0 200cc (un bicchiere)
  • acqua calda circa 100cc
  • sale 2 cucchiaini
  • *potete usare anche solo un tipo di farina. Se usate solo la farina tipo00, la pasta sarà morbida, mentre aggiungendo anche la farina 0 otterrete una consistenza più rustica.
  1. Mescolate in un recipiente i due tipi di farina e il sale.
  2. Aggiungete poco alla volta l'acqua calda, mescolando bene con un cucchiaio di legno, quando l'impasto prende consistenza, spostatela sopra un tagliere ed impastatela fino a renderla morbida (in giappone si dice che deve avere la consistenza del lobo dell'orecchio)
  3. Quando la pasta è pronta, copritela con un panno per non farla seccare e lasicate riposare circa un quarto d'ora (intanto potete preparare il ripieno)
  4. Poi stendete la pasta a circa 3 mm di spessore e dategli la forma tonda circa 6-8 cm di diametro con uno stampino o bicchiere.
  5. Se dovete sovrapporre la pasta già tagliata, usate della farina per non farla attaccare. Se non la usate subito, coprite con un canovaccio umido.
Preparazione del ripieno:
    Ingredienti:
  • carne trita di maiale, circa 150g
  • cavolo (cappuccio bianco) 1/4
  • porro, circa 5cm
  • zenzero, circa 2cm
  • 1-2 spicchi di aglio (facoltativo, ma se c'è dà più sapore)
  • salsa di soia, sale, pepe, brodo granurale, zucchero, q.b.
  • *Le quantità degli ingredienti sono variabili. Si può fare anche con pochissima carne e più verdura.
  1. Tagliate il cavolo a pezzettini ed aggiungete il sale, lasciate riposare circa 10minuti così il cavolo lascia la sua acqua. Prima di usarlo, strizzatelo bene con un canovaccio e togliete l'acqua.
  2. Mettete la carne trita di maiale (si può anche mescolare con un po' di carne trita di manzo) in una recipiente e omogeneizzate la carne. Quando la carne diventa come una crema, aggiungete un cucchiaino di sale (o brodo granulare), pepe, un cucchiaino di zucchero, un cucchiaio di salsa di soia, zenzero sminuzzato, aglio sminuzzato e amalgamate bene il tutto.
  3. Aggiungete il porro tagliato finemente, il cavolo a cui avevate tolto la sua acqua e amalgamate tutto.
Avvolgere il ripieno nella pasta:
  1. Prendete una delle forme di pasta precedentemente tagliate con la formina o con il bicchiere e posizionatela sul palmo della mano, mettete(spalmate) il ripieno nel centro della pasta (lasciate il bordo vuoto, almeno 5mm)
  2. Per chiudere il gyoza, iniziate piegando a metà la pasta e partendo da un lato, formate delle piccole pieghe fino a chiuderlo tutto. E' importante che sia chiuso bene.
  3. *Se avanza della pasta, potete fare dei piccoli panzerotti, utilizzando della passata di pomodoro e della mozzarella. Oppure secondo la vostra fantasia, anche un dolce, magari con mela e cannella e coprendo di zucchero. *Se avanza il ripieno, potete saltarlo in padella e condirci le tagliatelle o il riso.
Cucinare:
    Gyoza brasato (yaki gyoza 焼き餃子)
    In giappone gyoza sono cucinati sulla piastra.
  1. Scaldate poco olio in una padella, meglio se olio di semi perchè ha meno sapore.
  2. Mettete goyoza nella padella e tenete il fuoco alto fino a fargli prendere colore, non girateli perchè è devono rimanere bruciacchiati solo da un lato.
  3. Sembrerà strano, ma dovete aggiungere un po' di acqua, fate attenzione perchè potrebbe fare del fumo e schizzare dell'olio. L'acqua va aggiunta molto lentamente e fino a coprire metà dei gyoza. Prima di aggiungere l'acqua abbassate la fiamma al minimo.
  4. Dopo aver aggiunto l'acqua, tenete il fuoco medio e coprite con un coperchio.
  5. Quando l'acqua è quasi evaporata, togliete il coperchio, alzate il fuoco e continuate a cuocere finché l'acqua sparisce.
  6. Finito di cuocerli metteteli in un piatto facendo attenzione che la parte dorata sia visibile.
  7. Mangiate gyoza conditi con salsa di soia e aceto in parti 3:1.
    Gyoza bolliti (sui gyoza水餃子)
  1. Fate bollire abbondante acqua in una pentola grande (senza il sale), quando l'acqua è in ebollizione, mettete gyoza e continuate a bollire con il fuoco forte (mescolate ogni tanto per non fare attaccare al fondo della pentola) finché gyoza galleggia.
  2. Quando gyoza cominciano a galleggiare, toglieteli scolandoli bene.
  3. Mangiate gyoza conditi con salsa di soia e aceto in parti 3:1.
Buon appetito.

4 commenti:

veromanson ha detto...

grazie!! adoro i gyoza *___________* proverò a farli anche io!

Anonimo ha detto...

noi di solito la pasta la compriamo già fatta... e i gyoza li brasiamo sulla padella :)

Mabataki ha detto...

In giappone vendono la pasta per gyoza ed è molto comodo usarla, ma in italia non si trova facilmente perchè la pasta fresca va usata in breve tempo.

Anonimo ha detto...

a Torino c'è (o almeno c'era ora non so più perchè è almeno un anno che non ci andiamo) un negozio che vende solo ingredienti per cucina giapponese gestito da un signor sposato ad una giapponese (quindi credo abbia più facilità nel prendere le cose... non so).

La pasta che compravo io era ghiacciata e mettendola in freezer durava parecchio... praticamente era già tagliata in dischi impilati uno sull'altro... una versione culinaria dei dischi per struccarsi :)